California dream, ovvero della privacy del consumatore

Il California Consumer Privacy Act (CCPA) è in vigore dal 1° gennaio 2020 e riconosce ai consumatori californiani diritti in materia di accesso, cancellazione e condivisione delle proprie informazioni personali raccolte dalle aziende.

Non tutte le aziende però sono soggette alla nuova normativa, ma solo quelle con un fatturato annuo lordo eccedente i $ 25 milioni, o che trattano informazioni personali di 50mila o più consumatori, o che derivano almeno il 50% dei propri ricavi dalla vendita di dati personali.

Un primo passo per ristabilire l’equilibrio in un mercato, quale è ormai quello dei dati, in cui i colossi tecnologici hanno finora fatto il bello e il cattivo tempo?

De-indicizzati!Riflettori puntati sulla gestione dei cookies
Mandaci un messaggio!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio


Ho letto l'informativa privacy ed esprimo il mio consenso al trattamento dati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi